Maleficent - Movimento Domenicano delle Famiglie

Vai ai contenuti

Maleficent

Cultura


Titolo: MALEFICENT

Genere= fantasy
Anno=2014
Regia = R. Stromberg
Attori= A. Jolie…….
Distribuzione =W. Disney
Durata= 97 min.




Il nuovo film della Disney, tratto dal classico “La bella addormentata nel bosco “(1959), cerca di raccontare di una delle più “amate “ cattive delle favole: Malefica.
Il messaggio che la nota casa di produzione vuole lanciare è che il male non è più male, il male ti aiuta, ti perdona, ti salva.
In altre parole gli antagonisti cattivi dei racconti per bambini devono essere ridimensionati , proprio per dare una visione diversa, meno tenebrosa , più accattivante delle streghe ai nostri figli. Forse per allinearci anche noi genitori, ad un mondo sempre più preso da Halloween, da vampiri, da telefilm costruiti sull’orrido, da mostriciattoli “morbidosi”.
Ma tutto questo è buono, è giusto per i nostri figli?

Il re Stefano, il padre, diventa colui che è debole, che tradisce, l’uomo di cui non ci si può fidare. Preso solo dall’ambizione del potere. Le fatine buone, che dovrebbero essere gli angeli custodi della piccola Aurora, sembrano prive di intelligenza, sopraffatte da tutti, incuranti del loro compito.
Il povero principe Filippo, un vero inetto, un fantoccio che alla fine serve solo per non far rimanere sola Aurora.
Neppure capace di dare un bacio salvifico!!!!
Ecco la trovata della Disney: il vero bacio, quello che profuma di vero e autentico amore è quello dato dalla strega Malefica.
Come mai la cattiva, essendo descritta nel film come una giovane e bella donna dal cuore puro che è pronta a dare la vita per la sua terra e i suoi cari, è sempre raffigurata nera con due corna enormi e due ali gigantesche da fare invidia agli arcangeli ?
Hollywood crede alle favole e cerca di rivisitarle a modo proprio, forse ha voluto sviscerare il motivo della cattiveria di Malefica, partendo da una visione dell’uomo, che è sicuramente buono e amante della giustizia.
Ma questo si può dire anche delle streghe ?

Torna ai contenuti